• Il Ministro della salute della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina in visita a Ravenna 33.


Il Ministro della salute della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina in visita a Ravenna 33.


10.07.2015
Una delegazione del Ministero della Salute della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina (Repubblica Srpska) ha visitato questa mattina il Polo Sanitario Ravenna 33.


Entro l’estate entrerà in funzione la risonanza magnetica aperta di ultimissima generazione.

Una delegazione del Ministero della Salute della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina (Repubblica Srpska) ha visitato questa mattina il Polo Sanitario Ravenna 33 (via S.Bini 1 - Ravenna).
La delegazione, formata dal Ministro della Salute Dragan Bogdanic, il ViceMinistro Milan Latinovic, il Capo di Gabinetto Ljubomir Sladojevic e il Direttore dell’Unità sanitaria locale della Repubblica Srpska Darko Tomas, è stata accolta dal Direttore sanitario Massimo Cirilli e dal Responsabile Amministrativo Gaetano Cirilli.

La visita aveva l’obiettivo di far conoscere le eccellenze ravennati dal punto di vista sanitario.
Grande attenzione da parte della delegazione per l’attività riabilitativa, eccellenza del polo sanitario Ravenna 33, con le ampie piscine riabilitative, la palestra, spazi open-space attrezzati, attrezzature elettro-medicali di ultima generazione. In particolare, il Ministro (cardiologo di professione) si è soffermato sull’area dedicata alla cardiologia e alle sue attrezzature ecografiche e sui percorsi di riabilitazione cardiologica.

E’ stata particolarmente apprezzata la filosofia di Ravenna 33 con al centro il paziente e il concetto di servizio completo per la salute e il benessere. Nel corso della visita il dott. Cirilli ha annunciato che entro l’estate sarà in funzione presso Ravenna 33 la nuova risonanza magnetica aperta di ultimissima generazione, ampliando quindi le prestazioni della struttura per dare sempre più risposte alle esigenze dei pazienti. Infine, il Ministro della Salute ha invitato nella Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina lo staff di Ravenna 33 per un più approfondito scambio di conoscenza, sia per quanto riguarda la formazione che l’organizzazione sanitaria.